I creatori umani e noi

Un commento di Rüdiger Lenz.

Le persone traumatizzano i loro simili perché il loro mondo interiore è traumatizzato. Creano il caos nel loro mondo interiore e nel loro mondo esterno. Chiunque trovi la sua pace interiore, tuttavia, non deve più distruggere il suo prossimo mondo. Coloro che trovano la pace trasformano il loro dolore in compassione per se stessi e per gli altri. – Prof. Franz Ruppert, ricercatore in materia di traumi

Jens Wernicke, fondatore della rivista Rubikon, ha pubblicato il 25 novembre un punto di vista su KenFM(1) che chiarisce quale drago molti cavalcano e come domarlo. Vorrei aggiungere un’altra aggiunta, ossia le numerose tigri che vi si avvicinano costantemente e chiedono di mantenere il più possibile la conformità delle rispettive visioni del mondo. Questo è ancora un problema troppo inosservato dell’illuminazione stessa e ha a che fare di più con l’obbedienza di quanto molti forse vorrebbero credere.

Preoccupatevi di tutta la mia realtà, perché questo manca sicuramente nel vostro scaffale del cervello e se non riempire questo con la mia idea, allora siete tutti persi. Questo accade da anni nel movimento e l’innesco più popolare di queste piccole tigri è l’allarmismo, il martellamento dei nemici e un’analisi permanente e pensante all’interno della scatola. Si consuma nella mente di coloro ai quali arrivano visioni del mondo rapide e semplici, chiamati a gridare la rabbia interiore che hanno costruito o che hanno dovuto costruire per la loro obbedienza alle narrazioni di questa società. In queste frizioni sono ancora la maggior parte delle persone all’interno del movimento. Nuovi formati stanno nascendo come i funghi per soddisfarli. La liberazione dalla schiavitù, dalla rispettiva classe o dalla mega-macchina in generale ha bisogno e fa bene. Ma il problema dell’obbedienza è più profondo, molto più profondo e ha una sua radice antropogenica, che possiamo disegnare solo se sappiamo quando e perché è nato. Descriverò questa radice in modo più dettagliato in questo articolo usando il termine de-indigenization of sapiens. Ma prima all’obbedienza e ai traumi.

La maggior parte delle persone spesso corrono da un filosofo dell’Illuminismo all’inizio del loro Illuminismo, il che significa che non si aiutano all’Illuminismo risvegliandosi. Vengono risvegliati per la prima volta da qualcuno, il che si rivela uno svantaggio per loro nell’ulteriore storia del loro risveglio, ma è un processo del tutto normale. Molti poi si fermano al Risveglio, spesso prendono in mano l’ideologia, lo inseguono a lungo, chiacchierano su tutto ciò che viene da lui e rimangono così in obbedienza e fedeli all’autorità. Per scrollarsi di dosso l’obbedienza riesce non appena si incontra il proprio vero terrore interiore, lo affronta e, si spera, lo sconfigge. Finché l’obbedienza è vista come qualcosa con cui confrontarsi all’interno dei vecchi schemi, si limiterà a rovesciarsi e trovare una nuova casa. Il pensiero diventa nuovo, ma il modello rimane. Il modello della connessione tra il sogno e il comportamento di questa persona. Questa connessione di sogno deve essere affrontata da soli, in modo che si possa sperimentare un nuovo processo di pensiero libero. Pensare libero da tutte le denominazioni è ciò che Hannah Arendt chiamava libertà. L’avversario di questo è ciò che intendiamo con il concetto di civiltà. Ne riparleremo dopo.

Jens Wernicke lo dimostra con l’esempio del dibattito sul clima, che considero assurdo quanto lui. Ho scritto qui alcuni articoli su KenFM. Ma l’indurimento di entrambe le parti potrebbe interpretarmi in questo o in quel modo. Questo è esattamente ciò che si vuole con l’indurimento dei fronti: dovrebbero combattersi a vicenda. Non devono avvicinarsi l’un l’altro ed essere aperti alla verifica dei fatti. Esattamente ciò si concretizza nella fede nell’autorità e nell’obbedienza ai reciproci fronti. Per dirla più precisamente, questo è il significato dell’obbedienza, cioè che non si deve seguire se stessi, seguire l’autorità. E questo non deve necessariamente essere una persona, dato che tutti noi l’abbiamo fatto evaporare nel nostro cervello a scuola. L’obbedienza si accompagna al riconoscimento nel senso sociale dell’unione. In questo modo non è più possibile per entrambe le parti di oggettivare ciò che sta effettivamente accadendo all’interno e all’esterno. Propaganda per un’economia finanziaria ecologica e un ereticismo apocalittico da un lato e siamo tutti agnelli innocenti dall’altro. I creatori di conformità sociale, i creatori di esseri umani, sanno perfettamente che nulla sembra più noioso per l’uomo del suo pettegolezzo di ieri.

In breve, sanno che le molte persone a favore o contro il cambiamento climatico, ad esempio, presto non avranno più memoria di quanto è successo – almeno per la stragrande maggioranza questo diventerà irrilevante nel tempo, perché mantenere la gestione dei problemi è uno degli obiettivi degli eventi politici locali. La densità dei problemi deve essere mantenuta, anche intensificata, in modo che gli agnelli rimangano troppo stanchi per cercare cosa e quando devono esserci utili. Quando mai il lettore ha mai sentito qualcosa di paragonabile nei media, ai quali si è impegnato con entusiasmo, vale a dire o accettare una teoria scientifica con veleno e bile e difenderla contro tutti gli avversari, o viceversa e scendere in piazza per questo? Perché il dibattito è stato concepito in anticipo come un dibattito politico e si voleva raggiungere un obiettivo politico piuttosto che un obiettivo climatico. Sarebbe meglio che le pecore si addentrino nell’urgenza delle loro nuove pozioni, perché allora potremmo proporre una soluzione che accetterebbero, anche se le pozioni fossero piene di buchi; le accetterebbero con gioia e sputerebbero veleno e bile a chiunque mostri loro i buchi. Questo è il gioco dei creatori di uomini e il loro assistente è il nostro agente patogeno, il nostro agente patogeno. Se si mostrano a vicenda i loro cunei di mano, allora entriamo e traiamo il seme e il frutto per noi.

La società dei traumi non vuole percepire la realtà nel suo interesse di riferimento, cosa che non può più fare. I suoi partecipanti non possono semplicemente sfuggire alla loro volontà di obbedienza. Non possono nemmeno diventare così indipendenti e rinunciare alle autorità. Si stanno arrendendo a se stessi nelle proprie azioni di sogno, nel profondo di se stessi perduti. Questo, e questo è esattamente l’obiettivo della dominazione. Non devi sviluppare una forte volontà di autostima. Questo è il modo in cui intendono la leadership umana, questo è il modo in cui agiscono come creatori umani. E cosa c’è di meglio che creare costantemente e in ordine cronologico per creare nuovi schemi spaventosi, trigger? Perché questi inneschi innescano il trauma e legano ogni individuo a ciò che è la causa di questi traumi: la distrutta e frammentata capacità di amare. Guardare in giro e vedere cosa sta realmente accadendo, al di fuori delle vostre narrazioni ideologiche. I rifugiati sono i benvenuti, l’orgoglio nazionale è una virtù tedesca – se si sa quanto sia facile per loro farlo. Solo quando lo vedono in te, semplicemente non possono fare a meno di guidarti dove vogliono andare. La cosa principale è che la lotta ti porta contro l’altro. Che riesce sempre più squisitamente. Poi l’altro è sempre il fattore scatenante del proprio terrore interiore, che può poi essere comodamente proiettato sull’altro. Lo sterzo non è difficile, è spaventosamente semplice. Per la maggior parte delle persone è solo difficile capire cosa sto facendo qui, perché richiede conoscenza di sé, compassione per se stessi.

Catturato in questo ciclo, i membri di tali ordini sociali possono solo pensare ad azioni sostitutive. I praticanti e i pensatori di se stessi sono combattuti quasi ovunque. Guardati intorno. Chi nega tutto questo è cieco. Come trattiamo la vita in generale come comunità, non ogni singolo individuo? E noi stessi? Poi quasi tutti scappano, da se stessi. E anche qui il trauma è il motore della fuga collettiva, della normopatia e delle attuali irrazionalità politiche attraverso e attraverso. Le persone che riconoscono gli altri come se stessi, che possono attribuire loro gli stessi sentimenti di coloro che essi stessi hanno, che attribuiscono gli stessi sentimenti ad ogni albero e a tutto ciò che vive, restano sconcertate di fronte a questa massa quasi enorme di zombie obbedienti.

Ho scritto solo molte dosi giornaliere per questo motivo, ma le persone sono molto più interessate a come possono proiettare il loro conflitto interiore sugli altri malvagi in modo da sentirsi meglio almeno per un breve momento. Non riconoscono il terrore in se stessi, non sanno nulla della loro obbedienza interiore, della loro adorazione dell’aggressore e non sanno nulla del fatto che seguono un’autorità dopo l’altra solo a causa di essa, eppure obbediscono sempre e solo agli autori, gli autori del male che li ha preceduti.

Chiunque elegge politici o elegge partiti fa proprio questo. A loro interessa solo una cosa e non è il denaro. E‘ la gerarchia. Io su, tu giù. Poi i flussi di denaro in flussi dal vostro borsa valori nelle loro tasche, perché si obbedire e possono governare sulla tua vita. Sindrome di Stoccolma luce, l’ho scritto diverse volte. Tutti vogliono governare, indipendentemente dal partito o dall’ismo. Tutti vedono il nemico nella tua autodeterminazione e sono i veri nemici della democrazia. Intorno a loro, come Rainer Mausfeld sa come portare al punto così brillantemente, costruiscono i loro imperi e strutture di potere, che hanno sempre come obiettivo il fascismo totalitario. Lo ripeto: lo fanno tutti non appena acquistano potere. Coloro che vogliono partecipare al governo devono soccombere al loro trauma. Deve de-tempatare se stesso e obbedire a coloro che controllano il popolo. Prima di allora, chiacchierano e quindi si distraggono dai loro traumi.

Lasciamo che tutti i problemi di origine antropogenica sorgano esattamente nello stesso modo. Nei circoli intellettuali, in particolare, l’arco più grande possibile viene colpito intorno a questa causa. Perche‘? Perché nel ciclo di azione sostitutivo ci si è prigionieri dei propri traumi. È difficile riconoscerli e lo spirito di distrazione è troppo forte in quasi tutti. Fa male guardare lì e riconoscere tutta questa litania di azioni sostitutive e trasformarla. E ‚quasi come l’11 settembre. Si riconosce in un colpo che si vagava completamente sotto il controllo degli altri, ma si pensava che il proprio percorso nella vita è stato formato ed è emerso dalla propria mente. Cognitivamente questa è una sconfitta di se stessi. Riconoscere tutto questo in se stessi significa riconoscere lo spettacolo che ho organizzato giorno dopo giorno con me stesso. Possiamo leggere tutto quello che ho scritto finora e continuerò a scrivere dallo psicoanalista Arno Gruen. Ho usato il suo modo di pensare psicologicamente e le sue definizioni di termini in questo articolo, quindi non ho intenzione di darvi troppe fonti qui ora. Basta leggere uno dei suoi due libri. A proposito, anche Alice Miller è altamente raccomandata.

Guardare alla geostrategia come panacea per il proprio pensiero sui problemi del mondo è solo guardare al colore. Il sottosuolo non è quindi visibile. E così tutti discutono su ciò che il sistema riceve, sulla politica. Io sono a sinistra, tu hai ragione, sei libertario, sei un democristiano, ecc. Che hanno tutti torto e sono atterrati nella stessa rete di atterraggio, che non la vedono. Perché qui infuria il terrore interiore l’uno contro l’altro, c’è una lotta per la giusta opinione, per la ricerca di un senso sostitutivo. Ma che i loro schemi interiori tentano un uomo-maker di indirizzarli tutti, e sempre nelle direzioni precedentemente ideate dagli uomini-maker, non hanno idea di questo, assolutamente nulla. La struttura interna dell’obbedienza della grande maggioranza dirige il sistema. Ed è del tutto irrilevante quale colore ti ami o di quale colore sei completamente dipendente. Ma i gruppi di colore si combattono a vicenda e credono davvero che i loro colori hanno il diritto di governare, se non tutti gli altri colori sarebbero così brutti. Se ci si è imbattuto nei colori, allora sono sezionati e decorati con ogni sorta di tigle e oro. Poi si creano letti senza amore, letti obbedienti e solo chi conosce a memoria lo slogan dei rispettivi colori può dormire lì. Tutte le altre sono immagini nemiche, finito.

Questo succede e succede solo in base ai rispettivi dogmi. Tutto il cervello è arrotolato lì dentro, come nella farina, solo qui in idee e rituali, in modo da potersi separare e riconoscere immediatamente il nemico per primo. Il nemico è colui che la pensa diversamente. Il fatto che essi stessi abbiano macinato questo altro modo di pensare nel loro cervello non ne saranno mai più realmente coscienti. Le parentesi dei rispettivi modelli traumatici assicurano che l’unità e l’esclusione rimangano. Il trauma è diventato il padrone interiore del tuo io, che tutti noi potenziamo attraverso il nostro sguardo e la repressione dell’esperienza dolorosa per condurci fuori strada e accusare l’altro della nostra follia, per proiettarlo permanentemente nell’altro. Non è lo slittamento al rispettivo cifrario politico. E‘ una semplice azione sostitutiva, il cifrario, sia esso di sinistra o di destra o di destra o libertario o altro, un modello che offre tutto il sostituto che desidero veramente come essere umano. E siccome non lascio che l’uomo mi tocchi, non lo sento più in me stesso, posso dire: devo spararti adesso, o sei il mio obiettivo. Posso farlo verbalmente o con un fucile. La differenza è solo marginale. Perché la storia ha già dimostrato che tutte le persone politicamente infestate che si impegnano a spararsi a vicenda quando il comando e la situazione lo costringono. Meglio che in Noi siamo sempre e in qualsiasi momento i buoni, non si può esprimere. L’obbedienza, l’attaccamento a qualcosa di diverso da se stessi è la malattia, il male, il patogeno, il patogeno che ci dirige quasi parassitariamente. Sempre più antropologi, biologi e storici universali dicono che è l’agente patogeno della sapiens, con cui molti di loro si sono infettati quando hanno inventato l’agricoltura e l’addomesticamento della sua dieta. E‘ qui che è iniziata la de-indigenizzazione della nostra specie. Se volete, un virus che in seguito ha inventato il capitale, il possesso, la proprietà, il commercio di denaro e la separazione del mondo in oggetti e soggetti, nel mio e nel vostro, in fedeltà e obbedienza. Prima di allora, il mondo di Sapiens era segnato dalla significatività, dalla forte empatia per tutto, per i fiumi e le montagne così come per gli animali e la loro specie, fino alle stelle, il firmamento. Tu e tutto il resto, ero io a quel tempo. La sensazione era quella di comunicare che afferrano il mondo. Molte persone possono farlo ancora oggi e in tutti loro questo è profondamente nascosto nella cassaforte di sentimenti non vissuti e che aspettano solo di essere riscoperti.

Per menzionarlo esplicitamente a questo punto: Non è colpa di nessuno. Questo è ciò che dobbiamo capire. Nessuno è da biasimare per le sue azioni se lo fa, perché agisce nell’ignoranza di questo inganno e dello sfruttamento della sua umanità. L’elaborazione di tutto questo modello, che sto solo cercando di descrivere in modo rudimentale e sconnesso, è solo all’inizio. Tutti gli schemi che gli appartengono non sono ancora stati riassunti da nessuno. Non è possibile in un articolo più breve per estrarre l’agente patogeno umano, per coglierlo nel suo contesto, in quanto la de-indigenizzazione dei sapiens, attraverso una svolta sbagliata nella loro storia antropogenica. La sua spiegazione dovrebbe essere in forma di libro. La sola psicologia non sarà in grado di spiegare adeguatamente questo problema umano. Tutte le scienze sono substrati de-indigenizzati di un mondo che si è separato dalle sue radici, e questo è accaduto molto tempo fa. La fisica quantistica sembra preparare qui un possibile arco alle nostre radici. L’uomo di oggi ha tanta paura della sua natura indigena da chiamare le trappole umane ad alta tecnologia nel senso di testate nucleari, armi biologiche e armi chimiche di distruzione di massa, e può sviluppare ed evolvere solo coloro che possono meglio organizzare i loro traumi e adattarvisi nelle scuole. Attenzione educazione scolastica! Non ci vorrà molto tempo prima che tali adesivi siano stampati e indossati come espressione della liberazione spirituale della schiavitù educativa e della disumanizzazione delle persone stesse.

Se non diamo uno sguardo in questa direzione, ma continuiamo a viaggiare nelle direzioni sbagliate e a lodarci come illuministi intellettuali, in realtà rimarremo solo nei modelli che rimangono come le loro migliori distrazioni. L’identificazione dei nemici che devono essere combattuti contro le nostre visioni del mondo. Anche un movimento pacifista non ha antidoto. Basta prestare attenzione alle storie e ai reportage senza immagini nemiche che sanno e possono trasmettere l’illuminazione e sarete stupiti di quanto pochi ci sono.

Dobbiamo cominciare a pensare come gli umanisti. Vedere attraverso la loro astuzia e tradimento sarebbe una forma completamente nuova di illuminazione. Un vero e proprio Illuminismo 2.0. Finora l’Illuminismo è stato saturo di razionalisti. Ma la nuova forma di Illuminismo ha bisogno di ulteriori empatizzatori e trasformatori. Perché solo in questo modo si può vedere attraverso tutta l’ingegneria umana, capire le sue cospirazioni e scoprire i suoi modelli, non solo le persone. Il trauma è l’agente causale di quasi tutte le distorsioni antropogeniche su questo pianeta e in noi stessi. Il trauma, tuttavia, non è l’innesco di tutto il male all’inizio di tutta la distruttività umana. Il suo agente patogeno è la de-indigenialità della nostra stessa specie, verso quella che viene comunemente chiamata civiltà e, di conseguenza, un essere umano civilizzato. La civiltà è un campo di addestramento per le masse di uomini. Questo è ciò che è veramente. Aumenta le malattie e ci separa dalla nostra umanità, il nostro potere interiore, ed è per questo che otteniamo questa moltitudine di malattie della civiltà. Tutte le loro preferenze sono all’origine dei nostri problemi, sia all’interno che all’esterno.

La società dei traumi è iniziata il giorno in cui l’uomo stesso era scopo, oggetto e non più meta di se stesso, umano, indigeno. Da quel giorno in poi non è più uno con le forze che lo circondano. Da quel momento in poi ne divise le strutture in nemici, in grandi potenze, alle quali tornò ad essere padrone dal giorno in cui le dichiarò sue divinità e si fece oggetto di queste divinità in cerca di protezione. Ma questa è un’altra storia, ma è anche la tua. La salute, tutta la salute è lo stato di equilibrio di tutti i sistemi all’interno del nostro essere. Questa è la salute. E questo viene dato solo quando ritroviamo quello che siamo in origine. Persone che possono vivere e sperimentare la loro umanità, tra le persone. Quando arriverà questo giorno, tutte le malattie della civiltà scompariranno. Anche tutti i traumi, l’obbedienza e la battaglia per la placca eurasiatica, che è l’obiettivo centrale del gruppo di persone più malate, gli psicopatici.

Lo scopo di questo articolo non è quello di considerare il suo contenuto come una soluzione ai nostri problemi, ma come una possibilità di conoscenza di sé. Questo è il suo obiettivo. Il resto viene come se fosse da solo.

+++

Pozzo

https://kenfm.de/standpunkte—wider-den-gehorsam/
+++

Grazie all’autore per il diritto di pubblicazione.

+++

Suggerimento per l’immagine: Benjavisa Ruangvaree Art / Shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista editoriale.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni sulle opzioni di supporto possono essere trovate qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora puoi sostenerci anche con i Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83Gh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZgZK

Hinterlasse eine Antwort