La Ballerina

Da Majd Abboud.

La sua voce arriva al telefono da un mondo familiare; come un raggio di luce mi attira dal mio letargo; una mano tesa, come le notizie di questi giorni dalla Siria, promettente e speranzosa. Il mio paese diventa di nuovo una cosa sola, la convivenza diventa di nuovo possibile.

„Zio, quando finirà la guerra?“

Penso: quando le persone smettono di odiarsi a vicenda. Se fossero meno egoisti, meno saturi di ideologie. Se si riconciliassero con la loro umanità.

Che razza di mondo è questo mondo in cui i nostri figli devono crescere?

Quando ero bambino, uscivo l’anno dopo le solenni occasioni in cui ricevevo regali. Ho festeggiato il Natale con una parte della mia famiglia, Zucchero e Sacrificio con l’altra parte. Soprattutto non vedevo l’ora di festeggiare il nuovo anno, quando abbiamo festeggiato il nuovo anno con tutta la famiglia.

Un giorno speciale, anche per mio padre. Nascosto dietro una faccia ridente e una lunga barba bianca, stava camminando tra i vecchi vicoli con una grande borsa piena di regali dal suo negozio, diffondendo gioia in tutta la zona.

Anni prima della guerra ha chiuso gli occhi e si è addormentato in pace. E‘ stato risparmiato dalle sofferenze della guerra.

Glielo dico…… presto, amore mio, presto.

Ma glielo ripeto da anni. Mi crederà ancora?

„Oh, l’inverno è tornato, qui fa abbastanza freddo, l’elettricità è sempre fuori uso. Questo è anche il motivo per cui raramente riesco a sentire la musica. Perché gli altri ci odiano così tanto?“.

Ma l’elettricità non solo fallisce nelle aree distrutte, ma anche in alcuni cervelli. Il cervelletto è colorato di nero dall’odio, il cuore è divorato dall’ostilità.

„Conosci la mia migliore amica Hiba? E‘ sempre triste, le manca suo padre. Anche a Sahra mancano i suoi cugini. Ma tornano quando la guerra è finita“.

Il padre di Hiba fu rapito all’inizio della guerra dai ribelli di Homs. Una grossa somma fu richiesta per la sua liberazione. E infatti la famiglia l’ha riavuto indietro, ma solo a pezzi. Il video della sua decapitazione è stato pubblicato su Internet. Lo zio di Sahra ha sparato alla sua famiglia e poi lui stesso quando i ribelli hanno preso la città operaia di Adraa per risparmiare la famiglia dalla schiavitù e dallo stupro. (1)

Ma Sahra non è stata informata della verità perché era troppo piccola, aspettava ancora il ritorno dei cugini.

Le persone che se ne sono andate con la guerra non torneranno mai più. Hanno lasciato lacune incolmabili nelle famiglie e anche nelle coscienze di questo mondo.

Khaled, l’archeologo (2), Samir, il postino. Nidal, il contadino la cui moglie era appena incinta (3). Mohammed Ramadan, l’imam che è stato ucciso nella moschea (4). Sono rimasti solo i murales e i loro posti vuoti a cena. I loro nomi saranno le campane del lutto nei nostri ricordi per gli anni a venire.

Penso improvvisamente alle immagini di bambini, bambini di Idlib, reclutati dai terroristi, in fuga dal terrore in Siria, che muoiono di fame nella guerra nello Yemen.

Se solo potessi fare qualcosa al riguardo. Darei qualsiasi cosa per questo. Ma durante la guerra ho perso quasi tutto.

Sprofondo nell’impotenza.

La sua voce mi riporta indietro: „Ci sei?

Dico solo: „Nessuno può odiarti, piccolino mio“.

Lei ride e il mio cuore batte qualche sbarra piu‘ in fretta.

„L’Europa è bella, zio?“

„Si‘, ma non e‘ bella come te, piccolina.“

Lei ride di nuovo, e rende il mondo più bello con esso.

„Zio, gli europei ci odiano? Ho sentito dire da papa‘ che sostengono i terroristi, che ci puniscono“.

Penso che si debba sempre distinguere tra politica e gente.

Gli europei sono intrappolati nella loro ruota del criceto.

Alcuni sono troppo occupati con se stessi per pensare a noi. Alcuni sono ossessionati dalla corsa al denaro, quindi non hanno il tempo di pensare ad altro. Alcuni pensano di essere superiori a noi e vogliono dirci cosa fare. Alcuni sono troppo appesantiti dalla loro stessa storia. Alcuni pensano: Siria! Oh, quello è lontano…..

Abbiamo commesso lo stesso errore quando è scoppiata la guerra in Afghanistan e successivamente ai nostri confini in Iraq. Pensavamo di essere al sicuro.

La guerra è come una malattia terribile. Pensi che accada solo agli altri.

Io dico: „Non ci odiano, solo che non ci conoscono ancora cosi‘ bene.“

„Beh, allora ci conoscono attraverso di te, zio. „Raccontagli di noi“.

„E‘ quello che sto cercando di fare, piccolina. „Ho anche incontrato molte persone meravigliose qui.“

„Un giorno voglio venire in Europa e conoscerli.“

L’Europa gode da tempo di grande considerazione in questo campo. Ma l’Europa delle operazioni militari di oggi non è più quella degli anni ’70. Inoltre, si commette un grosso errore quando si idealizzano gli europei, perché ci si aspetta troppo da loro. Anche loro possono essere manipolati e cadere nella propaganda. Soprattutto in Europa l’inganno è grande, perché gli europei sono un importante gruppo bersaglio della macchina da guerra.

Quattro anni fa ho percorso una faticosa distanza per lasciarmi il male alle spalle e scoprire quanto siano diffusi i suoi amici e sostenitori. Ora mi siedo da solo nella mia stanza e mi manca la forza per combatterlo.

Sono stanco, mi sdraio.

La sua voce interrompe di nuovo i miei pensieri:

„Tu, ora devo andare a ballare! Abbi cura di te stesso! Mamma si preoccupa per te, dice: „Il mondo non è sicuro“.

La piccola danza sulle dita dei piedi mentre il mondo danza su un disco caldo.

La notizia riportava: „La NATO ha immagazzinato 50 bombe atomiche in Turchia“ (5).

Stammi bene, piccolina, il pianeta e‘ pieno di esplosivi.

Un treno freddo e piacevole passa attraverso il finestrino inclinato, tira lentamente il calore di un corpo esausto, mi seduce al sonno e promette pace alla mia anima. Ma prima di chiudere gli occhi mi riunirò e penserò a qualcosa. Mi occupero‘ io di tutto per te.

Ho una macchina del tempo, l’ho rimandato indietro di otto anni. Abbiamo appena ricevuto un pacchetto splendidamente decorato (6) contenente la terza guerra mondiale.

No, grazie, non ci prenderanno per degli sciocchi.

Ci dipingo sopra una faccia ridente e la rispedisco dove è stata cucita, a Londra (7) (8), a Washington (9) (10), a Riyadh, ad Ankara e Tel Aviv (11) (12) (13).

Chiudo la porta e li guardo da lontano mentre scoppiano di rabbia.

Ora andrà tutto di nuovo a posto.

Buonanotte, piccoletto.

Fonti:

  1. https://katholisches.info/2013/12/18/islamisten-massaker-in-adra-menschen-bei-lebendigem-leib-verbrannt/
  2. https://www.t-online.de/nachrichten/ausland/krisen/id_75107884/islamischer-staat-koepfen-chef-archaeologen-khaled-asaad-von-palmyra.html
  3. https://truthsyria.wordpress.com/2011/07/07/nidal-ali-jannoud/
  4. https://www.thenational.ae/world/mena/thousands-grieve-for-murdered-syrian-imam-who-supported-assad-1.285732
  5. https://www.bild.de/politik/ausland/politik-ausland/tuerkei-bei-erdogan-lagern-noch-50-us-atombomben-trump-regierung-ist-besorgt-65355678.bild.html
  6. https://kenfm.de/syrien-spielball-geopolitischer-intressen-wege-ins-archiv-2014/
  7. https://www.spiegel.de/politik/ausland/syrien-krieg-grossbritannien-unterstuetzt-rebellen-mit-millionen-euro-a-849346.html
  8. https://www.rubikon.news/artikel/die-lugen-der-weisshelme
  9. https://www.youtube.com/watch?v=kkE8Gp-nWEs
  10. http://www.konterrevolution.at/syrien-die-usa-der-schattenstaat-und-eine-nato-invasion/
  11. https://www.aljazeera.com/programmes/upfront/2016/05/mossad-head-israel-medical-aid-al-nusra-front-160531081744269.html
  12.  https://www.youtube.com/watch?v=vweHtxqnh-Y
  13. https://www.heise.de/tp/features/Israel-hat-seit-Jahren-syrische-Rebellen-mit-Waffen-und-Geld-unterstuetzt-4164876.html

+++

Riferimento dell’immagine: © privato

+++

Grazie all’autore per il diritto di pubblicazione.

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista editoriale.

+++

KenFM ora disponibile anche come applicazione gratuita per dispositivi Android e iOS! Attraverso la nostra homepage è possibile accedere agli store Apple e Google. Ecco il link: https://kenfm.de/kenfm-app/

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni sulle opzioni di supporto possono essere trovate qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

Ora puoi sostenerci anche con i Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83Gh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZgZK

Hinterlasse eine Antwort